L’evoluzione nell’igiene personale del paziente in rianimazione

L’igiene personale accurata e periodica è determinante nel combattere le infezioni nosocomiali, prevenire le lesioni da decubito e migliorare il rapporto infermiere-paziente. Le metodiche impiegate attualmente nel paziente in coma sono essenzialmente eseguite con la tradizionale bacinella, spugna e sapone. Una serie impressionante di dati della letteratura ha evidenziato che tale metodo è fonte, esso stesso, di infezioni e di lesioni cutanee, procurando ulteriori danni ai pazienti critici.

Usiamo un innovativo dispositivo d’igiene che è costituito da una manopola monouso a due facce: una detergente-idratante senza risciacquo e l’altra asciugante. E’ imper-meabilizzata all’interno per evitare filtrazione verso la mano dell’operatore. Essa vicaria in pratica tutte le funzioni del bagno tradizionale.

Per valutare il sistema con manopole detergenti T&C®, abbiamo disegnato uno studio di comparazione verso il tradizionale metodo di igiene con bacinella e verso un metodo con tovagliette preumidite. Lo studio si basa sulla stima farmacoeconomica dei tre metodi  (analisi costo-efficacia e minimizzazione dei costi) e sulla valutazione dell’utilità e del gradimento da parte degli infermieri. E’ stata considerata l’igiene personale di 90 pazienti in coma, divisi in gruppi di 30, trattati con le 3 differenti metodiche. Trenta infermieri sono stati interrogati sulla preferenza e sul giudizio circa il metodo impiegato, mediante un questionario sull’esecuzione della tecnica, sul livello d’igiene raggiunto e sulla condizione della pelle del paziente (tab. 1). Il questionario utilizzava la scala di Likert a 5 punti (totalmente in disaccordo, in disaccordo, né d’accordo né in disaccordo, d’accordo, fortemente d’accordo). I risultati relativi all’efficacia (tab. 1) ed all’analisi dei costi (tab. 2) hanno mostrato variazioni statisticamente significative a favore del metodo T&C®.

Quesito

d’accordo o fortemente d’accordo

metodo tradizionale

tovagliette preumidite

manopole senza risciacquo T&C®

L’igiene è facile da praticare

3

10

17

E’ preferibile per l’integrità della pelle del paziente

2

10

18

Offre meno possibilità di ricontaminazione

1

13

16

Il paziente è realmente pulito dopo l’impiego di questo sistema

5

7

18

E’ il più vantaggioso metodo d’igiene per il paziente critico

1

8

21

Il dispositivo risulta ergonomico

0

5

25

Media

2

8,83

19,17

Media percentuale

6,67

29,44

63,89

Tabella 1 – Media delle risposte positive sulla validità della metodica nei tre gruppi

 

Costo in € dei presidi e del lavoro

metodo tradizionale

tovagliette preumidite

manopole senza risciacquo T&C®

Telino per il carrello

0,05

Riscaldamento a microonde

0,005

Acqua sterile 20 ml

0,05

6 litri acqua calda a 40° C

0,01

Spugnetta

0,09

Sapone liquido

0,09

Idratante, deodorante

0,2

0,1

Costo del tempo per reperire e preparare tutto

2,15

0,63

1,1

Costo del tempo per completare l’igiene

10,5

4,3

6,3

Costo del tempo per smaltire tutto

2,05

0,01

0,15

Costo del tempo per pulire e disinfettare le bacinelle

0,43

Lavanderia per tovaglie e lenzuola

0,09

Busta smaltimento biancheria sporca

0,02

Logistica e deprezzamento (carrello, bacinelle, biancheria, ecc.)

0,12

Costo tovagliette preumidite

12

Costo manopole senza risciaquo

1,45

Costo totale per un bagno a letto

15,8

16,945

9,15

Tabella 2 – Analisi dei costi diretti, per singolo paziente, per eseguire l’igiene

L’analisi dei costi diretti evidenzia un risparmio con le manopole senza risciacquo, specie per la ridu-zione del costo del lavoro del personale e perché si evitano diverse altre spese (attrezzi, deprezzamento, magazzino, ecc.). Ciò ha reso, inoltre, maggiormente gratificante e bene accetta l’assistenza del paziente critico trasformando il concetto di igiene personale unica-mente legato alla “pulizia” in quello legato al concetto di “terapia”. La scelta delle manopole T&C®  si è rivelata efficace ed economica nell’igiene personale del paziente in coma, individuando un’innovativa risorsa che accresce la qualità e l’umanizzazione dell’assistenza nell’area critica.

L’evoluzione nell’igiene personale del paziente in rianimazioneultima modifica: 2010-11-04T18:09:00+00:00da art.salus

2 pensieri su “L’evoluzione nell’igiene personale del paziente in rianimazione

  1. Sono un tutor del corso di laurea in infermieristica di civitavecchia e sono interessata allo studio sull’evoluzione dell’igiene personale del paziente in rianimazione, potrei avere i riferimenti bibliografici dell’articolo?

  2. I riferimenti bibliografici principali sono:

    1) Sucre MJ, De Nicola A. Economic comparison of the traditional bathing method with the basinless bathing method in coma patients. Critical Care 2009, 13(Suppl 1):P459. Lo puoi trovare all’indirizzo: http://ccforum.com/content/13/S1/P459

    2) Riti FP, Esposito Sansone M, Sucre MJ, De Nicola A. L’evoluzione nell’igiene personale del paziente in rianimazione. Atti del Congresso Nazionale ANIARTI 2010

Lascia un Commento